Diciamo no alla separazione dei bambini a pranzo in base alla disponibilità economica

IL FATTACCIO Da domani 13 novembre 2012 alla Scuola De Amicis, dove insegno da qualche decennio, verrà presa un'iniziativa, oserei dire, "crudele" nei confronti dei bambini poveri: questi ragazzini da qualche settimana portano a scuola un panino per pranzo perchè i loro genitori non hanno la possibilità economica di pagare le spese della mensa al Comune e l'Amministrazione, in accordo con la Ditta Pellegrini che prepara e fornisce i pasti, ha deciso di non sostenerli. CI TENGO A PRECISARE FIN DA ORA CHE SONO COSTRETTA A SOTTOSTARE A TALE DECISIONE MA CHE SONO ASSOLUTAMENTE CONTRARIA A QUESTA DISCRIMINAZIONE, perchè di questo si tratta. Il Sindaco, nonostante l'ASL sostenga che non vi siano norme specifiche che obbligano alla separazione dei bambini che consumano cibi di origine diversa da quella della Ditta Pellegrini, ha riversato sul Dirigente la responsabilità di qualsiasi conseguenza. Ora mi vedo costretta ad agire contro i diritti dei bambini da un ORDINE DI SERVIZIO inviato dal Dirigente Scolastico a tutte noi insegnanti con il quale ci impone di separare i bambini che a pranzo mangiano il panino preparato dalle mamme da quelli che possono usufruire del servizio mensa. I bimbi poveri saranno relegati a mangiare il cibo portato da casa in un'AULA - GHETTO, altrimenti non si potrebbe definire. Una delle innumerovoli cose che non riesco a capire, in questa squallida storia, è questa: il Dirigente si tutela da ogni responsabilità, si sente un po' allarmatoma allarmato da che??? Mi chiedo io...visto che, qualche settimana fa, aveva anche fatto firmare una LIBERATORIA ai genitori che mandano i bambini con il panino a pranzo, per sollevare la SCUOLA TUTTA da ogni responsabilità in merito a problemi gastroenterici e analoghi? Io dico NO a tutta questa storia che lede i diritti dei bambini! Senza parlare delle conseguenze negative per i bambini che restano a mensa: a turno, ci sarà 1 sola insegnante ad assistere 2 classi a tavola (già perchè l'insegnante di una delle due classi, sarà nell'aula-ghetto con i bambini poveri) Forse chi non è del mestiere troverà in tutto questo un grande REBUS: in effetti lo è! GRAZIE SE INTERVERRETE CONCRETAMENTE PER ABOLIRE UNA CONDIZIONE SIMILE!!!

Rispondi in questo thread

Questo sito utilizza cookies e altre tecnologie di tracciamento per distinguere tra personal computer, impostazioni e scopi analitici/statistici personalizzati, customizzazione dei contenuti e ad serving. Il sito potrebbe contenere cookies di terze parti. Se vuoi continuare a navigare sul sito, le impostazioni attuali saranno mantenute, ma puoi cambiarle in ogni momento. Per maggiori informazioni: Privacy e polizia dei Cookie