Fondo d’istituto ridotto: difficile organizzare le attività

Solo belle parole!Nessuno ne parla, ma le scuole della Repubblica, nella confusione generale, rivolgono la loro attenzione principale all’aspetto economico-finanziario, essendo molto difficile organizzare le attività educativo-didattiche (progetti, laboratori ecc.) con un fondo d’istituto ridotto ai minimi termini e non adeguatamente finanziato. Persino le attività ordinarie risentono dell’avarizia che il governo centrale manifesta nei confronti della scuola pubblica.

Eppure le scuole vengono continuamente sollecitate a cambiare rotta, ad aggiornare il proprio personale, a promuovere processi di insegnamento-apprendimento innovativi, a introdurre nella didattica le nuove tecnologie (le LIM, i laboratori ecc.), a caratterizzarsi per efficienza e qualità.

I tempi e gli spazi dedicati alla elaborazione e attuazione del progetto educativo identitario della scuola divengono sempre più inconsistenti e inadeguati.Le funzioni strumentali, lo staff di presidenza, che dovrebbero rappresentare, organizzare e sostanziare il mandato che il Collegio dei Docenti affida loro, si riducono molto spesso a essere semplici esecutori delle “direttive” che suggeriscono i dirigenti scolastici.

Le attività curriculari ordinarie sembra che in questo contesto assumano un ruolo secondario, nessuno le valorizza, sono scontate, ormai superate!

Il POF si riduce così a un documento teorico, ricco di belle parole: consapevolezza ed espressione culturale, educazione, istruzione, formazione, cittadinanza e costituzione, accoglienza, inclusione e integrazione, didattica laboratoriale, qualità, organizzazione, efficienza, eccellenza... Insomma, solo belle parole.

Rispondi in questo thread

Questo sito utilizza cookies e altre tecnologie di tracciamento per distinguere tra personal computer, impostazioni e scopi analitici/statistici personalizzati, customizzazione dei contenuti e ad serving. Il sito potrebbe contenere cookies di terze parti. Se vuoi continuare a navigare sul sito, le impostazioni attuali saranno mantenute, ma puoi cambiarle in ogni momento. Per maggiori informazioni: Privacy e polizia dei Cookie