"I dettagli fanno la differenza" di Saverio Fanigliulo

I dettagli fanno la differenza di Saverio Fanigliulo “Ho visto un papà che accompagnava il suo bambino diversamente abile a scuola, lo sosteneva con le sue braccia forti e il suo sguardo affettuoso. Nessuno gli è andato incontro per accoglierlo, né l’insegnante di sostegno, né alcun assistente, né alcun bidello, nessuno! Ha chiesto: c’è qualcuno?”. Il nostro Pianeta non potrebbe ospitare la vita più complessa, quella dotata di ragione e di coscienza,se alcuni “dettagli” non ne avessero influenzato la sua formazione ed evoluzione. Pensiamo,ad esempio, quanto la distanza della Terra dal Sole ne abbia condizionato il livello termico: se, per puro caso, la Terra fosse stata un po’ più vicina al Sole o un po’ più lontana si sarebbero determinate, probabilmente, condizioni proibitive per il germogliare della vita così come ci è data conoscerla. Nel Cosmo sono disseminati miliardi di pianeti simili al nostro, eppure è poco probabile prevedere che in questi sia ospitata la vita così come noi la conosciamo, se non sono presenti quei “dettagli” che contraddistinguono il nostro Pianeta. I dettagli fanno la differenza! Ho visto un papà che accompagnava il suo bambino diversamente abile a scuola, lo sosteneva con le sue braccia forti e il suo sguardo affettuoso. Nessuno gli è andato incontro per accoglierlo, né l’insegnante di sostegno, né alcun assistente, né alcun bidello, nessuno! Ha chiesto: c’è qualcuno? La scuola ha l’importante privilegio di educare e istruire i cittadini del futuro ed è fondamentale disporsi nell’ottica dell’innovazione e della qualità, anche per premiare il merito e le eccellenze. Per valutare il livello di qualità ed efficienza raggiunto dalle scuole ci si affida, com’è noto, alle prove Invalsi che un po’, in questi ultimi anni, hanno contribuito a discriminare “positivamente” il Paese in aree geografiche “culturalmente ricche” e “culturalmente povere”. Personalmente nutro un po’ di diffidenza nei confronti di quelle scuole e di quegli insegnanti “tecnologi” che perseguono, imperterriti, il programma, l’istruzione, ritenendo scontati, precostituiti, altri valori che concorrono alla formazione umana e civile della persona. Non dimentichiamo che specie la scuola dell’obbligo ha appunto l’obbligo di rivolgere la sua attenzione a tutti gli alunni, nessuno escluso, affinché nessuno si perda, per farli divenire cittadini consapevoli in grado di affrontare la vita serenamente, in scienza e coscienza. Il futuro di un ragazzo passa attraverso la scuola che frequenta, passa attraverso gli insegnanti! Le scuole, ai fini della qualità e del miglioramento, devono poter e saper valutare, giustamente, il livello delle competenze acquisite dai discenti in tutte le aree disciplinari, senza dimenticare, però, quanto siano propedeutici ai contenuti disciplinari valori etici e di cittadinanza come l’accoglienza, la solidarietà, la lealtà, l’altruismo, l’orgoglio, il coraggio, la giustizia, la carità, la pietà. Valori che gli insegnanti, e non solo, devono agire per poterli insegnare. Dettagli. Ripeto, i dettagli fanno la differenza! Education 2.0: Educazione Didattica e Scuola www.educationduepuntozero.it Education 2.0: tutto sulla didattica e l'insegnamento nel mondo della scuola

Education 2.0 : Educazione Didattica e Scuola

Rispondi in questo thread

Questo sito utilizza cookies e altre tecnologie di tracciamento per distinguere tra personal computer, impostazioni e scopi analitici/statistici personalizzati, customizzazione dei contenuti e ad serving. Il sito potrebbe contenere cookies di terze parti. Se vuoi continuare a navigare sul sito, le impostazioni attuali saranno mantenute, ma puoi cambiarle in ogni momento. Per maggiori informazioni: Privacy e polizia dei Cookie