"Il piano perfetto": gente che rovina il nostro lavoro

Non ho parole per commentare, resto semplicemente schifato...

Per colpa di gente del genere la categoria e il nostro lavoro vengono svalutati ogni giorno...

È una catena e noi siamo legati a questa catena che ci sta facendo precipitare all'inferno!Basta l'atteggiamento dissennato anche solo di un paio di persone perché gli effetti si ripercuotano sulle sorti di migliaia di professionisti...

Ci vorrebbero regole da rispettare, se non per il rispetto per sé stessi almeno per il rispetto degli altri!

Architetti Milano, con 'Il Piano Perfetto' il progetto è gratuito | tiscali.notizie

Presto anche loro si stuferanno di lavorare gratis

Rispondi al post

Però...

Rispondi al post

Come spiegare ai committenti che osservano che il nostro lavoro vale, che richiede tempo, preparazione, che comporta spese, se poi ci sono quelli che vivendo ancora in famiglia lo offrono gratis?

Rispondi al post

Non capisco il loro obbiettivo...forse perchè è tardi..ma a quale scopo? Per veder realizzati i loro progetti?

Rispondi al post

bhe! non bisogna andare fino a Milano nella nostra "piccola" provincia (benevento) c'è qualcuno che offre servizi simili! il progetto low cost, il progetto discaunt il progetto take away ecc ecc spesso abusivamente!

Rispondi al post

Senza parole... il "giochetto" è semplice, gli basta proporre interventi che richiedano la certificazione di un Tecnico abilitato per "convincere" il cliente ad assumerli e rifarsi degli esigui costi di partenza. Pura e semplice concorrenza sleale. Svendita della professione, in poche parole indegni!!

Rispondi al post

E' una formula fallimentare, vorrei sapere se io,potenziale cliente, sono a Canicati e loro a Milano quanto costa seguire il cantiere. O vorrebbero anche qui farlo trsmite internet? Ma siamo seri, sono i bisognosi di lavoro che si inventano certe fantasie

Rispondi al post

No comment

Rispondi al post

e' per colpa di quelli come loro che non valiamo piu' niente.....praticamente le persone pensano che il nostro sia un hobby non un lavoro con cui campare

Rispondi al post

Non sono nè schifato, nè infastidito nè altro. Sono solo stanco di ripetere le stesse cose da dieci anni e poi di rileggerle scritte da altri. Per me ognuno fa quello che vuole. Non abbiamo nè diritti e, questo punto, neanche regole. Ognuno per se. Committenti compresi. Ed ognuno avrà ciò che si merita. Dopo venti anni di progettazione ne ho viste di tutti i colori. Posso solo dire che sono strafiero di essere il datore di lavoro di me stesso e se il lavoro non c'è, qualsiasi dovesse esserne la causa, io lo cerco anche all'estero. Non posso mica continuare a preoccuparmi di cosa fanno gli altri colleghi o politici che siano. È sempre la stessa storia: ognuno sceglie la propria strada. Certo, diventa sempre più dura per noi che, al contrario di certe categorie, dobbiamo sempre ri-inventarci. Ma io sono fiero di quello che faccio con passione e nessuno potrà mai togliermi l'orgoglio di essere un professionista che va per la sua strada onestamente. Questo è quanto. Se qualcuno ha tempo per regalare progetti ed idee faccia pure. Scelta sua. Non mi preoccupo neanche del fatto che sia giusto o meno. Semplicemente non mi riguarda.

Rispondi al post

Concordo con emanuele6

Rispondi al post

meritano di chiudere battenti poveri e pazzi e per questo dovremo ringraziare inarcassa, pos, assicurazione obligatoria, corsi di aggionamento, iscrizione all'ordine e quant'altro!...ed aggiungo che dovrebbero loro ritirare la laurea...vergogna!

Rispondi al post

L'indifferenza è tristissima, siamo arrivati a questo punto proprio perché ognuno pensa solo al suo orticello in totale indifferenza a ciò che ci succede intorno siamo destinati a sparire nel nulla. Il rispetto della professione e dei colleghi deve essere alla base di ogni azione.

Rispondi al post

Per ognuno che "si denuncia" mille ne escono... È lotta inutile e impari

Rispondi al post

Questi cercano semplicemente un modo per avere clienti. Credono di essere svelti e innovatori. Ci sono stati già altri che l'hanno proposto e ora sono obnubilati nella rete. Siate sinceri quanti di voi hanno fatto un progetto gratis ad amici o parenti sperando poi di seguire quella ristrutturazione e potendo, guadagnarci due lire... Loro fanno lo stesso cercando clienti.

Rispondi al post

ma lo fanno dalla cameretta di casa di mamma e papà? non hanno bollette da pagare? spesa da fare? revisioni auto? utenze? ecc...ecc...ecc...magari in pc glielo ha regalato lo zio!... curioso di sapere la paghetta settimanale a quanto ammonta! posso osare dire che fanno proprio schifo?!

Rispondi al post

La professione è altro. Difficile. Ma noi siamo dei problem solver... Questo ci chiede la società. Non imbellettamenti... Come fanno questi due. Risolvere problemi è quello per cui ci chiamano. Facciamocene una ragione

Rispondi al post

Genericamente chi disprezza compra!

Rispondi al post

siiiii gratuito.... poi si progetta in maniera sponsorizzata.... masst antonio che da una mano di pittura e sul computo ne compaiono 3, il fornitore che garatisce la prima scelta ed arriva la 3.... e tutte mazzette che viaggiano a nero..... a gratis.....

Rispondi al post

"Si fa tutto tramite il sito internet, non ci sono spese iniziali e perdite di tempo per i sopralluoghi. Solo una volta consegnate le tavole il cliente potrà decidere cosa fare: o tenersi il progetto e interrompere il rapporto con i due progettisti oppure assumerli per seguire i lavori del cantiere o per ulteriori modifiche e aggiustamenti progettuali."

Perdite di tempo per i sopralluoghi?! Gli faccio il progetto e loro se lo possono pure tenere gratis e interrompere i rapporti con me?! Ma stiamo scherzando?! Al momento sono disoccupata, gli studi mi offrono solo stipendi da fame con partita iva, ma piuttosto che svendere i miei anni di studi tolgo la laurea dal curriculum e vado a fare la commessa... E facciamoci tutti un esame di coscienza, se mi fai lavorare 8 o più ore al giorno come se fossi una dipendente, mi dai uno stipendio adeguato

Rispondi al post

Niente mi può impedire di pregare per la loro rovina. Non è una calunnia e neanche una minaccia. E' un augurio.

Rispondi al post

Ma questi sarebbero architetti? Allora non lo sanno che un progetto non può prescindere dal rapporto col luogo e col contesto, che non si può fare "per procura", a distsnza, asettico? Un progetto studiato su mappe catastali e basta che progetto e'?. Ma ce lo siamo scordato l'esame fi "composizione', che almeno ai miei tempi c'era e che teneva studenti e docenti per mesi sj un tdma, un' progetto ' del quale definire l'anima? Cosa resta di tutto questo in un approccio come quello proposto da questo Piano?

Rispondi al post

Rispondi al post

Vincenzo Salari

Rispondi al post

Conseguenze di leggi che hanno eliminato i minimi di tarffa professionale..consentendo il proliferare di queste iniziative dannose alla qualità dei servizi di progettazione...

Rispondi al post

Il prezzo e' quello che paghi il valore e' quello che ottieni!A coloro che si lamentano di queste nuove proposte sarebbe da chiedere se il loro lavoro vale molto di più e a tavolino nn si puo fare nulla di serio....di cosa si lagnano

Rispondi al post

..se ne accorgeranno quando gli ciuleranno il progetto senza pagare nulla...

Rispondi al post

Francamente appare strana questa accredine nei confronti di una proposta volta a investire in comunicazione spendendo tempo e non denaro. Alla fine della fiera gli propongono un idea di progetto senza impegno se ti piace la realizzi... Perché gli show room non fanno la stessa cosa..?

Rispondi al post

"il nostro è un approggio più 'leggero'”, spiega Massimilian". Magari lavorano gratis perchè capiscono che chi non conosce nemmeno la lingua Italiana non merita di essere pagato.

Rispondi al post

La progettazione è una cosa seria, il rapporto tra professionista è cliente sopratutto se privato, non è semplicemente fare delle planimetrie, è qualcosa di simbiotico, questo giochetto gratis iniziale poi verrà a costare almeno x 10 volte, la gente non è stupida,

Rispondi al post

Attenzione non lavorano gratis! C' e' scritto lavorano gratis inizialmente. Io lo vedo solo come un modo, pure troppo geniale, per accaparrarsi clienti che non arriverebbero mai un altro modo. E noi altri che non ci abbasseremmo mai al loro livello, lamentandoci, stiamo a guardare

Rispondi al post

Sì devono vergognare soltanto

Rispondi al post

Bene bene il procacciatori lavoro con arte, quanto costa la direzione lavori? Quando fa un progetto l'università quanto costa all'ente, comune, provincia, regione, ecc ecc ecc. poi l'incarico. che facciamo ci bendiamo, mi è vi chiedo gli ordini professionali che fanno?

Rispondi al post

Non mi sento di giudicare loro, in quanto giovani professionisti e soprattutto detentori di un'idea di "mercato"... sicuramente, non solo loro ma tutti gli architetti, in futuro dovranno fare i conti con i con la Rete e trovare delle soluzioni vantaggiose. Quelli che condanno "senza se e senza ma" sono i Politici che per anni hanno dormito sul tema delle professioni tecniche, svilendo fino all'impossibile la professione dell'architetto.

Rispondi al post

PARODIA: un sarto può anche fare un vestito guardando una foto...ma sicuramente lo farà perfetto prendendo le misure al suo cliente...!

Rispondi al post

Questo modo asettico di fare Architettura mi rattrista...diciamo che di Architetti romantici ne sono rimasti pochi...!

Rispondi al post

Le misure contano molto...!

Rispondi al post

nessun sopralluogo?? solo questo fatto mi sembra motivo valido per non avvalersi dell'architetto!....sarò patetica ma il sopralluogo è l'unico modo per prendere confidenza con lo spazio e poterlo davvero migliorare.....poi ben vengano nuovi modi di procurarsi il lavoro....se loro ci riescono, bravi!

Rispondi al post

Prendersela con questi ragazzi è troppo riduttivo. È la politica che sta svilendo la nostra professione, la mancanza di una normativa adeguata e nell'ultimo periodo chiaramente orientata a favorire i grossi studi (vedi società di ingegneria etc...) e cancellare la libera professione. Noi dovremmo pretendere delle leggi adeguate in modo che non possa più accadere che due giovani colleghi debbano svendersi per poter lavorare.

Rispondi al post

grazie all'Ordine alla sua Politica che ha cancellato i nostri diritti...

Rispondi al post

In fondo non è colpa loro se non esistono più tariffe professionali

Rispondi al post

gli ordini possono fare ben poco..... impariamo a votare politici seri piuttosto.... un certo bersani ha eliminato le tariffe minime, un certo pd ha appoggiato inisiem a fi la riofrma fornero con conseguente salasso dei minimi iniarcassa, una certa senatrice del pdl (fi o ncd...), nostra collega ha presentato un disegno di legge che mirava ad aumentare "le modeste dimensioni" per favorire la progettazione dei geometri..... i vari governi, da destra a sinistra ci vedono smepre come casta mentre la realtà è ben diversa......

Rispondi al post

Desidero rispondere alla Collega Margherita Aledda. Entro nello specifico solo per questa volta e poi non lo faccio più per coerenza con quanto ho scritto ieri sera. Ho proposto di creare la figura dell'"ingegnere etico". Una figura che dovrebbe avere un curriculum perfetto dal punto di vista fiscale, dal punto di vista personale e dei rapporti col Committente. Visto che ogni giorno si alza qualcuno che propone una certificazione energetica nuova anche regionale! (In un paese come il nostro che è un buco?!) Non se n'è fatto mai niente ovviamente. Ho proposto di far passare tutte le parcelle tramite gli Ordini al fine di garantire la massima trasparenza, dare le massime garanzie al Committe ed avere una garanzia maggiore per noi in merito agli incassi. L'ho fatto sul forum dell'ordine nazionale ed un'architetta mi ha risposto che pensavo solo ai soldi. (E capirai!? Uno come me!!). Tutti noi abbiamo progettato gratis per partecipare ad un bando o ad un concorso poi perso. Come vedi non si può continuare a stare dietro a tutto e tutti. Penso che l'unica cosa seria rimasta da fare è fare il proprio lavoro onestamente e professionalmente. Tutto qui.

Rispondi al post

e' colpa nostra che stiamo qui su fbk a piagnucolare, invece di fare qualcosa di concreto e serio

Rispondi al post

Esattamente...

Rispondi al post

Ragazzetti che vivono ancora in famiglia non hanno costi di studio da ammortizzare non hanno software da pagare, da aggiornare, non avranno certo pagato solo archi CAD 5000 € e poi AutoCAD e poi photoshop e poi tutte le decine di software professionali etc. certamente scaricano tutto a nero da internet, e così svalutano il lavoro di tutti, perché poi siamo noi a doverci adeguare..è come se un negozio vendesse roba rubata è evidente che può venderla a qualunque prezzo

Rispondi al post

TUTTE le categorie in italia e in europa sono scese in piazza, noi no, noi su feisbuc! si vede che abbiamo la pancia piena. andiamo in 10.000 davanti agli Ordini e non facciamoli uscire per 2 o 3 giorni, scommettiamo che qualcosa dopo si muove?

Rispondi al post

Mah, mi sembra che qui sia fin troppo facile accusare questi ragazzi. A me sembra solo una idea per farsi conoscere un po'. So che tutti qui mi additeranno e accuseranno. Ma d'altra parte non è che offrono un "progetto" gratis: tu gli mandi alcune foto e una planimetria e loro schizzano qualche idea, fanno qualche disegno accattivante. Se poi al cliente piace l'idea, magari si vorranno servire di loro per effettuare la ristrutturazione vera e propria, e a quel punto i due offriranno i vari servizi (progettazione, dl, sicurezza, etc), dietro compenso. Non è tanto diverso da quello che si fa ogni giorno: nessuno di voi ha mai lavorato su pratiche che poi sono difficili da monetizzare? Oppure impostato idee che poi i committenti si sono fatti realizzare da altri? Oppure, in giro quanta gente c'è che offre servizi a prezzi stracciati? O servizi gratis alle P.A.? Alla fine loro utilizzano questa idea solo per farsi conoscere un po', con tutti i rischi che ciò comporta (critiche dai colleghi, iniziare a mettersi in proprio, ACCETTANDO di lavorare da casa, per ridurre le spese, perché all'inizio non è facile permettersi di pagare un affitto di uno studio). Per voi, che immagino siate tutti professionisti affermati, è facile puntare il dito. Denunciare l'invasore, che ci ruba il lavoro. Ma per un giovane professionista sapete quant'è difficile lavorare in grandi studio, dove ti pagano in nero 4-500€ al mese, se ti va bene? Senza fare mai carriera? Sapete quanto è difficile trovare un lavoretto che ti permetta di andare avanti per un mese, quando ci sono tanti e tanti studi più o meno grandi che non fanno passare niente ai più piccoli, e che spesso offrono poca qualità (però hanno il nome, o l'amico in alte posizioni che gli porta i clienti)... Sapete quant'è difficile non potere accedere a nessuna gara pubblica? E allora, ci sono due ragazzi che si inventano un'idea per trovare qualche lavoretto... Quanto male potranno mai fare alle vostre carriere se questi due beccano due lavori all'anno, a Milano, via Web?

Rispondi al post

Come siamo messi male...!!!

Rispondi al post

La colpa è nostra,.... ricordatevi che che le tariffe professionali sono state tolte anche perchè quando erano realtà la quasi totalità dei professionisti lavorava al 50% e venivano prese a riferimento solo per tassazione notule in caso di controversie,....la colpa è nostra perchè continuiamo a pagare ordini che non ci tutelano ed una cassa nazionale che ci salassa,.... la colpa è nostra perchè invece di stare qui ad aspettare la provvidenza non utilizziamo facebook per organizzare delle manifestazioni o dei sit-in davanti agli ordini o alle istituzioni per manifestare il nostro sdegno davanti a questo assoluto momento di crisi che sta distruggendo le nostre professioni.

Rispondi al post

C'è anche chi li giustifica? Siamo proprio messi molto male

Rispondi al post

Ci dovrebbe essere anche un codice deontologico e un consiglio di disciplina... Facciamo tutti una segnalazione al l'oro Ordine...

Rispondi al post

Boh? Sarà forse che abbiamo smesso di credere in qualsiasi cosa per un preciso motivo? Sarà forse che ognuno di noi pensa di essere il solutore di tutti i problemi e dice la sua senza cognizione di causa? Sarà forse che siamo il paese col più alto tasso di corruzione? Sarà forse che chi cerca di essere corretto ed onesto è addirittura schedato come "fesso"? Sarà forse che ci stiamo chiudendo su noi stessi per cercare un angolo di serenità e paradiso quando l'ignoranza, la grettezza e la bruttezza imperano? Sarà forse che non esistono più poesie, strette di mano, "grazie", "prego", saluti per strada, sorrisi... Viva le persone che amano la vita fin dal più profondo del cuore. È questo il punto di partenza per finire i propri giorni con un sorriso sulle labbra e la certezza di aver almeno cercato con tutte le proprie forze di "far bene".

Rispondi al post

alessandro6, sì, c'è un codice deontologico. Quale articolo avrebbero violato? Nel nostro Ordine ci sono problemi ben più gravi: gente che non paga da anni (gli stessi che lavorano e lavorano parecchio), Ordine stesso che non fa nulla per tutelare i propri iscritti, gente che è stata in galera per mafia e che, dopo essere uscita, continua a lavorare senza che sia stato sospeso,... gente che sfrutta i giovani professionisti, tanto non hanno diritti... In mezzo a tanti altri grandi problemi che abbiamo, che male possono fare due persone che cercano di farsi conoscere?

Rispondi al post

Secondo me il danno non è tanto che lavorino gratis, potessi permettermelo lo farei anche io Pro Bono, ma il messaggio completamente sbagliato e riduttivo del progetto che danno. Definiscono perder tempo il sopralluogo!! 0_0 Riducono un progetto a due banali schizzi su un catastale scansito!! E così facendo non aiutano di certo la cultura architettonica e sviliscono la professionalità di tutta la categoria.

Rispondi al post

il codice deontologico ormai serve solo per sanzionare quando non paghi una quota ( assicurazione, corsi obbligatoti, assicurazione, quota dell'ordine etc) per il resto sembra diventato tutto free...non siamo più nemmeno una categoria professionale...anche i pescivendoli si mettono d'accordo sul prezzo, noi non riusciamo a farlo, anzi addirittura riceviamo critiche dagli stessi colleghi che pensano si sia diventati tutti una categoria di venditori da mercato

Rispondi al post

Ogni cosa ha un prezzo, ed un valore loro così sostengono, di non valere nulla è così nemmeno la loro professione. Occorre necessariamente fare le parcelle con i dm140.12, perché lavorano gratis questi stronzi.

Rispondi al post

Ma non è così male come sembra. E' solo un approccio diverso. Loro vanno nella direzione ormai segnata dell'eleminiazione del singolo libero professionista. Loro non offrono un vero progetto ma una soluzione preliminare che può essere accettata o meno, ma essendo gratis e non richiedendo perdite di tempo, potrà e sarà, se ben veicolata, frequentata anche da persone che magari non avrebbero mai pensato ad andare da un architetto. E' rivolta quindi, a lo dicono, ad una fascia di mercato che, benché intersechi quella classica, è molto più ampia della consueta e rivolta a coloro che oggi non considerano proprio, se non per imposizione di legge, l'idea d irivolgersi ad un professionista. Chi già si sarebbe rivolto ad un architetto non andrà su un sito a prendere una "dritta" gratuita. Quindi in definitiva la loro azione potrebbe, per assurdo, anche contribuire ad aumentare il numero di potenziali clienti dell'intero settore. Loro "gettano l'amo" e dopo guadagnano quando sono chiamati a seguire i lavori o quando gli chiedono ulteriori modifiche/ soluzioni e non solo, guadagneranno anche (ripagandosi ampliamente il tempo offerto "gratuitamente" all'inizio, se la frequentazione del sito sarà interessante tanto da spingere operatori del settore edile a mettere la pubblicità dei loro prodotti in senso lato sul sito (oppure potranno stabilire accordi prendendo una percentuale se il cliente adopererà i loro prodotti). E' un modo diverso di fare la professione e di promuoverla. Diverso e se poi la direzione lavori la fanno a 1000€ o cose del genere. Allora sì sono un'offesa alla professione! D'altra parte la mia visione di studio diffuso è una terza via che non disdegna la rete ed è quindi compatibile anche con questo approccio meno classico. Il mondo cambia, anche noi dobbiamo cambiare e organizzarci ricordando che siamo tra le ultime generazioni di liberi professionisti intesi in senso classico.

Rispondi al post

la gran quantità di commenti e' significativa di come questa questione sia strategica alla qualità delle nostre vite come cittadini ed architetti!!!

Rispondi al post

Faccio parte di un consiglio di disciplina e certi atteggiamenti li perseguiamo... Non è facile districarsi in un settore che si è voluto deregolamentare in ogni modo, me intervenire si può, magari con un semplice richiamo... ma si può e si deve per la dignità degli altri colleghi...

Rispondi al post

Il tariffario seppur introdotto solo per i lavori pubblici, il 143.13, deriva dal dm 140.12 dove in caso di controversia con il privato il giudice applica quelle tariffe per il conpenso, quindi sono di riferimento e possono essere utilizzate per redigere la parcella DM 140.12 UTILIZZIAMO IL TARIFFARIO

Rispondi al post

Ok, ma quale articolo hanno violato?

Rispondi al post

domani mattina appongo un cartello con stile pescivendolo con scritto:SCIA fino a lavori per 100.000 euro GRATIS, APE fino ad appartamenti di 130mq GRATIS, permessi di costruire fino a lavori di 100.000 euro GRATIS...e naturalmente da domani inizio a scaricare software pirata da internet, vado a vivere da mamma e papà per non pagare i costi studio etc....cosa accadrebbe? rovinerei tutti i colleghi che campano di questo tipo di prestazioni... della serie se io sono un matto non posso con il mio atteggiamento rovinare tutti!

Rispondi al post

Enrico proprio perchè noi giovani siamo sfruttati che dovremmo evitare di svendere le nostre idee gratis... Probabilmente a te è andata ancora bene che ti hanno proposto quei soldi in nero, perchè a me li hanno proposti con la partita iva e probabilmente a fine mese avrei portato a casa 100€ se andava bene... Ma poi è proprio l'approccio, come fai a definire una perdita di tempo il sopralluogo? Come fai a regalare le tue idee? Sai quanta gente una volta scoperto che non è gratis, ma che se poi vogliono effettivamente fare la pratica dovranno sborsare soldi, si tireranno indietro e si terranno comunque la tua idea? Tanto prima o poi passerà l'amico dell'amico del cugino che fa il geometra e ti fa la pratica gratis o ti prende 300€ per fare il direttore lavori... Scusate io ho 30 anni, cerco un lavoro da quasi 4, ho lavorato gratis in studi per fare pratica e ho fatto novara Milano tutti i giorni per 300€, ho lavorato in autogrill e in un centro estetico... Mi sono sentita dire "al giorno d'oggi se non hai una laurea non fai un cazzo, vai a pulire i cessi" mentre pulivo il tavolo di quattro dirigenti al salone del mobile insieme ad un'amica avvocato... Mi hanno detto che se voglio trovare lavoro devo togliere la laurea dal curriculum se no sono troppo qualificata, ma se voglio fare l'architetto devo aprire la partita iva e fare la dipendente... Io voglio solo vivere e farmi una famiglia, che devo fare? aprire un sito in cui regalo progetti e sperare che qualcuno non si tiri indietro quando scopre che non è tutto gratis?! Ma che diavolo ho studiato a fare?!

Rispondi al post

Non è così @Pasquale quello che dici tu è offrire la direzione lavori a 1000€, che loro, non mi sembra, facciano. La loro è un'azione di promozione tesa ad ampliare i potenziali utenti, che ripeto non sono quelli che fanno parte del bacino del profesisonsita classico. I vostri/nostri clienti non ci trovano su internet, ci chiamano perché ci conoscono perché hanno fiducia in noi, per passa parola per verifica sul campo e chi vuole un architetto per ristrutturare lo vuole sentire presente. Il loro "pubblico" è altro. @Alessandro non credo che possiate richiamarli, potete esternare. Non ci traviso nulla di "offensivo" per la professione che loro, a valle della presa del cliente esercitano normalmente. Non si tratta neanche di una imposizione di legge (come per l'APE) dove quindi sì sussisterebbero le violazioni che dici tu. Quando andiamo chiamati da un condominio e spighiamo il problema dando magari anche dei consigli per poi presentare la nostra offerta in assemblea come tecnici, cosa facciamo di diverso al di là della "pubblicità" dell'operazione? Suvvia non facciamo di tutta un erba un fascio. Siamo tecnici, con la mente aperta, dobbiamo valutare, discernere, discutere e apprendere con umiltà.

Rispondi al post

ci sono diritti fondamentali che non possono essere negati al lavoratore, il primo di questi è l diritto ad essere compensati con importi dignitosi art. 36 costituzione: "Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un'esistenza libera e dignitosa." Il liberismo e le spietate leggi di mercato utili solo ai poteri forti hanno violato questo diritto e hanno trasformato i lavoratori in schiavi

Rispondi al post

Ecco Pasquale ricordalo a tutti quelli che assumono schiavi! Che poi assumono, prendono liberi professionisti...

Rispondi al post

stefania5, sono proprio questi i problemi che citavo, e di cui che invece nessuno parla. Tutti parlano di tariffe troppo basse, di gente che "ci rubbba il lavoro facendosi pagare poco", di dignità del lavoro professionale. Ma che dignità ci può essere se noi giovani non riusciamo neanche ad accedere al lavoro. pasquale7909, probabilmente tu conosci le (poche) realtà in cui il lavoratore dipendente è trattato come da norma. Probabilmente io conosco tutti gli altri casi in cui una persona è trattata al di fuori delle leggi. E ti posso citare tantissimi casi.... Sarebbero questi i casi da sottoporre al Consiglio di disciplina... roberto18263, sono pienamente d'accordo con te. Detto questo chiudo FB altrimenti oggi non si produce niente.

Rispondi al post

bisogna batterci per un codice comportamentale che sia vincolante per tutti, il codice deontologico oggi non serve più a nulla...perché' affronta i problemi in maniera blanda: alla fine è possibile far tutto e il contrario di tutto. Io voglio che l'approccio con i clienti debba essere per tutti uguale, perché la nostra è una professione intellettuale di stato, che si svolge in ossequio a leggi di stato non è una attività commerciale...è questo il punto

Rispondi al post

Pasquale quest'azione di questi ragazzi va proprio a difesa del lavoro. Signori, questa società sta prendendo i connotati di una sistema feudale e lo sarà sempre più. Quando noi scompariremo dal mondo del lavoro esisteranno solo grandi studi in mano probabilmente nemmeno ad ingegneri/ architetti ma in mano a finanziatori che assumeranno a 1000E/mese architetti ed ingegneri. La loro è un'azioen rivoluzionaria contro questi strapoteri. Utilizzano la rete che, ancora oggi, i grandi poteri non riescono a fermare.

Rispondi al post

Enrico Bono ormai per mia sfortuna non conosco poche realtà, sono 8 anni che dialogo con migliaia di persone facendomi promotore delle idee di FNAILP, per cui ho ascoltato di tutto e di più, e la situazione in cui versa la categoria è davvero gravissima

Rispondi al post

Sai cosa Enrico? È che sono stufa di lavorare gratis e vedere questi ragazzi regalare le loro idee mi fa rabbia! Il loro approccio mi fa rabbia! Tutto quello che hai studiato non ti è servito a niente se poi lo reputi una perdita di tempo...

Rispondi al post

Codice comportamentale uguale x tutti, per chi non lo rispetta che faccia altro...questa è la soluzione.. Ma non accadrà mai

Rispondi al post

E dopo 8 anni anni che dialoghi con migliaia di persone, in mezzo a tutto quello che hai sentito e vissuto, l'idea di questi due ragazzi di offrire degli schizzi gratis, ti lascia "schifato"? A me non fa schifare, anzi, mi fa sentire svilito per come due giovani professionisti cercano di campare

Rispondi al post

Ancora c'è qualcuno che giustifica il lavoro gratis?

Rispondi al post

Enrico riuniamo tutti i giovani architetti sottopagati o disoccupati e facciamo un unico grande studio, magari viene fuori qualcosa?

Rispondi al post

stefania5, ok?

Rispondi al post

certamente che mi ascia schifato e ci mancherebbe e proprio perché in questo ultimi 8/9 anni mi sono occupato con grande interesse di questi problemi

Rispondi al post

Allora mi sa che questo gruppo non fa per me. Secondo me l'idea di questi ragazzi è sintomo di sofferenza, non causa della sofferenza.

Rispondi al post

Sdeffy non so se scherzi, ma è così. E' quello che propongo io da vent'anni. Occorre realizzare degli studi virtuali diffusi sul territorio. Non tutti insieme, come dici per scherzo, ma fatti da 7-8 professionisti per studio.

Rispondi al post

sono le Leggi che vanno cambiate, che hanno distrutto la professione...che hanno mortificato l'ing e l'arch....dalle leggi per l'Università (3+2) fino alla legge Bersani...e non dite che ce l'ha imposto l'EU perchè la EU siamo anche noi!!!

Rispondi al post

Enrico non credo nemmeno che sia sintomo di sofferenza ma espressione di modernità, di chi ha compreso che il mondo va veloce e se vuoi cavalcarlo devi cambiare il modo di pensare e di agire. Ripeto diverso eè se poi: la progettazione successiva, la direzione lavori, etc.. la regalano o vendono a prezzi stracciati.

Rispondi al post

quando per colpa di queste persone tanti altri sono costretti a chiudere o a delinquere (utilizzare software pirati, accettare mazzette dalle imprese, non dichiarare tutto in fattura etc) allora si che ci dobbiamo interrogare. Ogni nostro atteggiamento si ripercuote sulla vita dei nostri colleghi e non è corretto nè moralmente giusto andare a ruota libera, ci volgono regole e tutti si deve lavorare avendo e rispettando gli stessi obblighi...

Rispondi al post

Secondo me è il contrario. Queste persone sono costrette ad inventarsi una cosa nuova (che alla fine è dare gratis tue schizzi) perché tanti altri delinquono (mazzette, software pirata, evasione fiscale). Se tu mi giustifichi che altri sono "costretti" a dare/ricevere mazzette, utilizzare software pirata ed evadere perché ci sono due ragazzi che la pensano in modo diverso allora veramente abbiamo toccato il fondo!! Io non evado, non uso software pirata (NESSUNO), non do né ricevo mazzette!

Rispondi al post

Ah guarda Roberto io scherzo sul riunire tutti i disoccupati ma avevo già tentato di riunire colleghi di università per fare uno studio virtuale... Solo in 3 avremmo coperto quasi tutto il nord Italia... Poi chi ha trovato un lavoro, chi ha fatto altro, da sola non riesco a concludere niente...

Rispondi al post

Open Office è gratis, Draft Sight è gratis, Primus computo è gratis, sketchup è gratis... poi ci sono software da poche centinaia di euro che consentono di fare calcoli e altro (ad esempio SoftCat ha molti moduli in settori differenti) si può lavorare senza software pirata

Rispondi al post

lavorare in nero al di sotto di certi importi..è fisiologico

Rispondi al post

per tutto il resto c'è...Master Card! ahahh!

Rispondi al post

mariella1407, spero sia ironico...

Rispondi al post

Quandi per questi due colleghi incoraggiamo il lavoro gratis.. Complimenti

Rispondi al post

Sdeffy, se credi e se riusciamo a convincere altri ci si può provare.

Rispondi al post

Ironico cosa? Che lavorare in nero sotto determinati importi è fisiologico? No non è ironico. I software gratuiti per quanto fossero pessimi non possono essere utilizzati per lucro

Rispondi al post

Mah, per il lavoro nero non la penso così. Per i software gratuiti: alcuni consentono di lavorare, altri no. In tal caso compri la licenza (questa sconosciuta). Buon lavoro a tutti

Rispondi al post

Mariella non fanno lavoro gratis investono in pubblicità e si rivolgono ad un "target" che non è quello classico. Open Office lo usano anche in diverse amministrazioni pubbliche.

Rispondi al post

Non si lavora con open office, serve ben altro ad un architetto /ingegnere. Addirittura gli anti virus gratuiti per chi ricava lucro si pagano

Rispondi al post

Rispondi al post

Roberto per me si può fare, sto andando giusto giusto all'ordine a rinnovare l'iscrizione... Comunque il mio vecchio capo non sapendo usare autocad ha fatto un intero progetto con Google skerchup, tutto a linee 2D, compresi i dettagli costruttivi... Non sapevo se ridere o piangere

Rispondi al post

Quindi per questi 2 colleghi, che insistono per giunta, va tutto bene, il sistema liberista è ok, la svalutazione del lavoro è ok si deve poter lavorare addirittura gratis. Scusate che ci fate in una associazione che difende la categoria?

Rispondi al post

senza parole..non vi sceglierei mai a difensori della mia categoria.. Magari di confindustria?

Rispondi al post

Beh.. dopo aver visto il video sono sicura che con le PIANTINE caricate dai clienti faranno un ottimo lavoro!! Magari proponendo di tirar giù due SPALLINE e/o cambiar le SOGLIOLE dei serramenti ????

Rispondi al post

Rispondi in questo thread

Questo sito utilizza cookies e altre tecnologie di tracciamento per distinguere tra personal computer, impostazioni e scopi analitici/statistici personalizzati, customizzazione dei contenuti e ad serving. Il sito potrebbe contenere cookies di terze parti. Se vuoi continuare a navigare sul sito, le impostazioni attuali saranno mantenute, ma puoi cambiarle in ogni momento. Per maggiori informazioni: Privacy e polizia dei Cookie