La scuola dovrebbe far scoprire nuove terre, invece è un condominio dove neanche ci si saluta

La Scuola dovrebbe essere una nave alla scoperta di nuove terre, di nuove albe e di nuovi orizzonti, invece alle volte, riesce ad essere un condominio dove gli inquilini nemmeno si salutano. Nel mio lungo peregrinare di precaria biblica, mi sono trovata parecchie volte di fronte a situazioni che fanno riflettere e non riesci a dimenticare perché ogni volta che ci pensi ti fanno male. Sappiamo tutti che la situazione degli insegnanti di sostegno, in Italia, è vergognosa: i ragazzi che hanno bisogno di un aiuto psicologico, relazionale o cognitivo aumentano sempre di più e gli insegnanti specializzati sono tutti già impegnati. Allora cosa si fa? Si reclutano insegnanti di altre discipline secondo un principio di graduatorie incrociate per seguire ragazzi a cui un piccolo difetto può rivelare la crudeltà della vita prima dei loro compagni.

https://www.facebook.com/claudia.pepe.79__tn__=%2CdCH-R-R&amp=;eid=ARAGDfk6bFp1vFF_K8Y6u2XHAlrI37UFbgZhzzyyQ8TpXkq4pRo2Ze8N1NfwcQYdtu9-XldBSD4X7JoJ&hc_ref=ART5taT-vrNcxV_zJEH2_0sV59KBEfA7UFgqUE3g7Au1Feg2d6rNQpRBdnNZ4KXaj44&fref=nf&hc_location=group

Rispondi in questo thread

Questo sito utilizza cookies e altre tecnologie di tracciamento per distinguere tra personal computer, impostazioni e scopi analitici/statistici personalizzati, customizzazione dei contenuti e ad serving. Il sito potrebbe contenere cookies di terze parti. Se vuoi continuare a navigare sul sito, le impostazioni attuali saranno mantenute, ma puoi cambiarle in ogni momento. Per maggiori informazioni: Privacy e polizia dei Cookie