l'ansia non è il fattore scatenante della dislessia

punti di vista diversi.... che fanno la differenza!

14/11/2012 - Comunicato Stampa Associazione Italiana Dislessia: l'ansia non è il fattore scatenante della dislessia

In merito all’articolo del 10/11/2012 apparso su “Il Secolo XIX”, dal titolo “Dislessia, l’ansia è un fattore scatenante”, nel quale l’autore riporta i risultati di una ricerca realizzata dall’Istituto di ortofonologia (Ido), dall’Istituto Wartegg di Roma e dal Dipartimento di Psicologia dell’Università di Padova, si precisa che gli studi accreditati a livello internazionale contraddicono nella maniera più assoluta le risultanze della ricerca suddetta, secondo la quale l’ansia di separazione dalle figure genitoriali sarebbe l’origine della dislessia.

La Dislessia Evolutiva (DE) viene ufficialmente definita come una disabilità specifica dell’apprendimento di origine neurobiologica (Lyon et al., 2003) e su questa definizione esiste un ampio consenso tra gli studiosi a livello internazionale (APA, 1994; OMS, 1992; Lyon et al., 2003), e recentemente anche italiano (Consensus Conference, 2007; Consensus Conference ISS, 2010).Anche se la ricerca sulle basi neurobiologiche non ha trovato una causa univoca, vi è un accordo sulla prevalente origine genetico-costituzionale che determina piccole ma significative anomalie nelle sedi cerebrali coinvolte nell’organizzazione delle funzioni linguistico-cognitive della lettura (Stella G., 2010).La ricerca dell’Ido, basandosi su un campione di 61 bambini dislessici a confronto con altrettanti soggetti non DSA, non può affatto “capovolgere i termini della ricerca sui DSA” come invece sottolinea l’autore dell’articolo, né spostare in maniera recisa l’accento sull’aspetto meramente affettivo a sostegno esclusivo della centralità della dimensione psicologica: l’origine neurobiologica della dislessia è infatti ormai accreditata presso i maggiori studiosi, e avallata dalle Istituzioni Sanitarie, come sancito dalla Consensus Conference del 2007 – il cui Panel di aggiornamento rappresenta l’unico documento di risposta ai quesiti sui disturbi evolutivi specifici dell’apprendimento.

Per ogni ulteriore informazione:Ufficio Stampa AID – [email protected] Tel. 051.199.800.63Associazione Italiana Dislessia Piazza Dei Martiri, 1 / 2 – 40121 Bologna

Rispondi in questo thread

Questo sito utilizza cookies e altre tecnologie di tracciamento per distinguere tra personal computer, impostazioni e scopi analitici/statistici personalizzati, customizzazione dei contenuti e ad serving. Il sito potrebbe contenere cookies di terze parti. Se vuoi continuare a navigare sul sito, le impostazioni attuali saranno mantenute, ma puoi cambiarle in ogni momento. Per maggiori informazioni: Privacy e polizia dei Cookie