Questa videoconferenza è davvero una proposta scellerata?

Vorrei condividere con voi quanto sta succedendo nel mio istituto per un Glic che si deve svolgere presso un istituto sanitario distante 30 Km dalla scuola e non, come sempre capitato fino ad ora, nella sede scolastica. L'insegnante di sostegno contatta i medici/psicologi e chiede se loro possono venire a scuola, loro rispondono che sono autorizzati solo per un incontro, che di solito è nel secondo quadrimestre. L'insegnante va dalla Ds e le chiede se l'autorizza ad andare, la Ds risponde di no. Andare in auto a suo rischio e pericolo senza alcuna autorizzazione, la Ds le consiglia di usare i mezzi pubblici, piccolo controllo in totale tra A/R occorrono 5 ore. La collega viene dai colleghi del cdc e ci informa. Io e un'altra insegnante suggeriamo la videoconferenza, la ds sembra d'accordo. Durante un altro glic la ds chiede alla psicologa che segue tutti gli altri nostri alunni, se la videoconferenza può andar bene, la psicologa risponde CERTO.... Bene sembrerebbe che finalmente la tecnologia possa aiutarci se non fosse che la madre, collega alla scuola primaria insorge contro le 3 scellerate che non hanno a cuore suo figlio proponendo una videoconferenza, e sottolinea che quando il bimbo era alla Primaria, le sue insegnanti non si sono mai posti il problema e sono andate. Da una parte mi sono detta "potevi startene zitta, tanto avevi i c.d.c. e non saresti andata al glic" ma pongo a voi la questione "La videoconferenza è una proposta veramente scellerata come dice la mamma?" E cosa mi dite della collega di sostegno, doveva stare zitta, accettare, andare anche senza autorizzazione? ILLUMINATEMI!

Rispondi in questo thread

Questo sito utilizza cookies e altre tecnologie di tracciamento per distinguere tra personal computer, impostazioni e scopi analitici/statistici personalizzati, customizzazione dei contenuti e ad serving. Il sito potrebbe contenere cookies di terze parti. Se vuoi continuare a navigare sul sito, le impostazioni attuali saranno mantenute, ma puoi cambiarle in ogni momento. Per maggiori informazioni: Privacy e polizia dei Cookie