SCUOLA: IN PENSIONE ANCHE A 80 ANNI, MA IN CLASSE MAX FINO A 55

SCUOLA: IN PENSIONE ANCHE A 80 ANNI, MA IN CLASSE MAX FINO A 55.pubblicata da Mila Spicola il giorno mercoledì 2 novembre 2011 alle ore 15.28Mi è venuta così e così ve la dico. Giusto per capire come la pensiamo tra noi colleghi.Ma anche tra altri che volessero dire la propria.Premessa:a. l'insegnamento è lavoro usurante. così usurante che tra gli insegnanti si rilevano patologie psichiatriche pari al triplo che in ogni altra categoria professionale, compresi gli operai. cosa che tutti ignorano, o fanno finta di ignorare. Non ci credo che possiamo resistere in classe fino a 67 anni. Nemmeno per idea.b. abbiamo la classe docente più vecchia al mondo. Spesso meno motivata e più stanca. Non va bene.Non va bene ai ragazzi. Non va bene ai genitori. Non va bene a noi. Per una volta tutti d'accordo.E allora io dico una cosa:Su base volontaria, per chi lo volesse, allungare il tempo dell'età pensionabile persino oltre i 67 anni, ma a patto che si rimanga in classe fino a massimo 55 anni.Negli anni rimanenti i docenti verrebbero impegnati in tutta una serie di attività di paradocenza cruciali e indispensabil, presenti in tutti i paesi civili, ma da noi non previste o assorbite in modo poco chiaro e definito: recupero degli ultimi e potenziamento dei bravi, formazione e aggiornamento dei docenti più giovani, gestione e organizzazione, funzioni strumentali (oggi svolte sempre dal solito collega), sostituzioni, ricerca e documentazione, tutoraggio, rapporti col territorio.Potrei proseguire.I costi verrebbero recuperati dai soldi guadagnati nel coprire funzioni oggi coperte con altri costi e verrebbero colmati anche dai proventi dello spostamento in avanti e dagli anni in più prestati al servizio. Io rimarrei fino agli 80 a queste condizioni se il cervello mi reggesse. Conosco tantissimi colleghi in pensione che anelano nel voler mettere a frutto esperienza e conoscenza e non possono più farlo.Daremmo il posto ai tanti colleghi giovani e precari.Se ne avvantaggerebbero i ragazzi: classe docente giovane, motivata, meno stanca.E i docenti non ne parliamo: si arriva oggi a 60 anni col cervello sminuzzato e l'animo maciullato, pur amando dal profondo questo mestiere e i ragazzi, succhiano il sangue. Lo sappiamo bene. Un insegnante su due, dice un recente sondaggio, vorrebbe fuggire dalla scuola. In genere è quello stanco o ammalato.Che ne pensate?Docente: se ci sei batti un colpo.

Rispondi in questo thread

Questo sito utilizza cookies e altre tecnologie di tracciamento per distinguere tra personal computer, impostazioni e scopi analitici/statistici personalizzati, customizzazione dei contenuti e ad serving. Il sito potrebbe contenere cookies di terze parti. Se vuoi continuare a navigare sul sito, le impostazioni attuali saranno mantenute, ma puoi cambiarle in ogni momento. Per maggiori informazioni: Privacy e polizia dei Cookie