Uno, nessuno, centomila…... al tempo di Siri!

Uno, nessuno, centomila ….. al tempo di Siri!

Si potrebbe iniziare anche con “ Così parlò Bellavista… pardon Siri ”. Uno spunto da terza, quarta, quinta via, nel senso che non riesco più a trovare il compromesso tra apocalittici e integrati, tra una risposta analogica e digitale oppure semplicemente un ok ….per la lettura e la decodifica di certe trasformazioni epocali…..! Da qualche giorno è Siri la nuova arrivata, 20 anni, plurilaureata, plurilingue, pluri….. su tutto! Si è introdotta tra noi, una vicina di banco, di viaggio, una compagna troppo vicina, a cena, a pranzo, sul divano……ad ogni ora del giorno e della notte, che dire….! Pensare che fino ad ora l’interattività virtuale o i social o gli incontri o le condivisioni in web prevedevano sempre uno scambio “tra persone” certo, virtualmente, ma persone che comunicavano attraverso il mediatore tecnologico, persone che esistevano, anche se virtualmente, ma fisicamente “esistenti” persone che prima o poi avresti o potuto conoscere in realtà, guardarle negli occhi. Ora? Questa voce “femminile” che ti risponde su tutto, che ti racconta le barzellette, che ti ricorda di andare a letto, che ti chiama il taxi se hai bevuto troppo, che scrive al posto tuo, che pensa al tuo posto, che parla al posto tuo, che non vuole essere offesa ( giustamente…) perché richiede rispetto…….!!!!! Ecco il brand pubblicitario della splendida Siri ( un po’ orientale, un po’ araba, un po’ occidentale, un po’ asiatica….. un po’ di tutto) che recita così: “Capisce cosa dici. E anche cosa vuoi dire. Parla a Siri come se fosse una persona. Di’ cose tipo: “Di’ a mia moglie che sono in ritardo” oppure “Ricordami di telefonare al veterinario”. Siri non solo capisce quello che dici, ma è anche talmente intelligente da capire cosa intendi. Quindi, se chiedi: “C’è un ristorante qui vicino?” Siri risponderà: “Ho trovato tre ristoranti, sono abbastanza vicini a dove ti trovi.” Poi puoi dire: “E un posto dove fanno gli hamburger?”. Siri ricorda che stavate parlando di ristoranti e cerca i fast-food nella zona. E non si limita ad ascoltare: ti farà domande finché non trova quello che stai cercando.” E allora? “Cercasi umano disperatamente…” potrebbe essere la prima risposta a questa provocazione! Ma gli interrogativi e gli aspetti da esplorare sono tanti e diversi tra le sfere emotive, relazionali, psicologiche, cognitive e culturali. Il primo, nell’ ordine almeno per me, è di natura morale: quale modello femminile si associa e si lancia tra i meta messaggi di questa campagna informativa pubblicitaria di lancio del servizio? Siri, la donna è sempre a disposizione, su tutto e per tutto….. ( provate a farle qualsiasi domanda….. ). Quali modelli interpretativi legati alla relazione tra le cose gli oggetti e le persone si attivano con un servizio che sconfina tra gli aspetti psicoemotivi, modelli interpretativi….. e non solo… dell’essere umano? Quali strumenti di “decodifica” abbiamo per poter interagire con questi nuovi “modi” di fare il futuro iTec…? Sconfiggerli o accettarli? far finta di nulla o subirli, non parlarne e non guardarli? non serve, non è l’approccio “integrante” legato ai grandi cambiamenti …! Connettersi o disconnettersi da un fenomeno che ha visto milioni di persone in tutto il pianeta ….. accogliere questa “meravigliosa” compagna. A Siri le puoi chiedere tutto! Attento quindi a cosa dici. Siri ti ascolta e ti risponde! Sarà il caso forse di conoscerla meglio, per meglio leggerla o meglio rileggerla sotto altri punti di vista….. cercando di evitare …..quelle grandi sviste che ancora oggi subiamo nei confronti dei media…..( il non saper decodificare ed interagire integralmente ancora oggi con il linguaggio dei media ). E ancora ….quale sarà l’approccio della scuola….. a tutto questo? Quali strumenti abbiamo nel kit da insegnanti per leggere questi nuovi “alunni”?

Rispondi in questo thread

Questo sito utilizza cookies e altre tecnologie di tracciamento per distinguere tra personal computer, impostazioni e scopi analitici/statistici personalizzati, customizzazione dei contenuti e ad serving. Il sito potrebbe contenere cookies di terze parti. Se vuoi continuare a navigare sul sito, le impostazioni attuali saranno mantenute, ma puoi cambiarle in ogni momento. Per maggiori informazioni: Privacy e polizia dei Cookie